5-4-3-2-1 Rugbrød!

Ieri ho infornato un Rugbrød fatto utilizzando la mia formula/ratio semplificata. Come tutti i pani di sola segale, bisogna aspettare almeno 24 ore prima di tagliarlo, ma esternamente l’aspetto è poco rassicurante. Ha lievitato pochissimo ed è molto denso. La crosta sembra anche un po’ secca. Forse la temperatura iniziale del forno era troppo alta.
Ma come si dice the proof of the pudding is…

Sincronicità

Oggi ho messo in cantiere un nuovo rugbrød, utilizzando una semplice formula, credo ispirata da Ratio di Michael Ruhlman, che in realtà non inventa niente di nuovo, ma gli americani sono veramente fantastici ad impacchettare e rendere appetibili idee vecchie.

Quando cosa ti vedo sul blog di Nils?

PS sono convinto che libri come quello di Ruhlman diventeranno un successo. La gente è stanca di collezione di ricette. Almeno io ne sono stanco

Panini al burro

Panini al burro
Questo è il nome di questi gustosissimi panini.
La ricetta è del mitico Jeffrey Hamelman, ed è assolutamente vero quello che scrive nel suo libro: vanno giù molto facilmente.

L’impasto è di facile fattura grazie alla bassa idratazione, e questi panini sono perfetti a colazione, o anche per gli hamburger, anche se penso la loro morte sia semplicemte imbottiti con il prosciutto.

La leggera presenza di gusto lì rende leggermente salati, tanto quanto basta per sposarsi con una farcitura saporita.